Flash Roma: Sindaco Marino fornisce dati falsi su polizze AdiR

I consiglieri capitolini del M5S in un comunicato “Se il sindaco Marino intende liquidare le AdiR –Assicurazioni di Roma – ci deve spiegare il perché”

La scorsa settimana il sindaco Marino forniva alla stampa dati totalmente falsi sulle polizze RCA che Roma Capitale ed Atac stipulano con Le Assicurazioni di Roma. Ieri Nobili, il vice segretario del Pd romano, sparava a zero su AdiR, fornendo percentuali ingannevoli sul costo delle polizze e prive di qualsiasi parametro di confronto.

È evidente a tutti che all’interno della maggioranza capitolina non ci sono idee chiare. Ricordiamo di nuovo al sindaco Marino, all’assessore al bilancio e a tutta la giunta l’importanza della mutua per Roma Capitale e gli altri soci Atac, Ama e Cotral Patrimonio.

È noto a tutti che i costi delle polizze di AdiR sono nettamente al disotto della media di mercato.

Inoltre chiediamo che tutti i crediti di AdiR al 31 dicembre 2013 vengano recuperati al più presto. Un articolo di questa mattina su un noto quotidiano romano, riprendendo un rilievo dell’Ivass, specifica che la Mutua “presenta crediti nei confronti dei soci assicurati pari a circa 57 milioni di euro così distinti: Atac 40,4 milioni (di cui 10,6 per mancata rimessa premi 2012 e 19 milioni per premi 2013, il resto per franchigie e interessi di mora); Cotral 13,2 milioni (di cui 2,2 milioni per i premi 2012 e 10,2 milioni per quelli 2013); Roma Capitale 2,4 milioni e Ama 1,1 milioni per interessi di mora”. L’Istituto di vigilanza termina sottolineando come AdiR sia esposta ad un “rilevante rischio di liquidità, convinto che i piani di rientro proposti dai debitori non siano credibili e che quei crediti vadano considerati per larga parte inesigibili”. Un tempo si diceva “per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno”…non immaginiamo un privato emettere polizze per milioni di euro, non intascare un soldo dagli stessi soci e rischiare pure il commissariamento!

Lo stesso giornale riporta anche alcune dichiarazioni di Riccardo Magi, consigliere radicale eletto nella lista civica, il quale afferma che “se fosse vero che AdiR ha in pancia un patrimonio in titoli di oltre 300 milioni, in caso di liquidazione volontaria dell’azienda questo patrimonio potrebbe portare un grande beneficio alle casse comunali”. Noi vogliamo ricordare a Magi come i 300 milioni di cui parla (fonti interne all’azienda ci hanno assicurato che sono circa 318 milioni), che dovrebbero portare ossigeno alle casse della città, sono in realtà fondi accantonati a coperture delle riserve, quindi per i sinistri dei cittadini già in essere (stiamo parlando di circa 6.000 cause per oltre 50.000 casi in attesa di essere liquidati).

Se il sindaco intende liquidare Le Assicurazioni di Roma ci deve spiegare il perché, la convenienza ed il risparmio per Roma Capitale!

 

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: