Flash: Regione Marche intesa Carabinieri tutela salute NAS

Sottoscritto questa mattina il Protocollo d’Intesa tra la Regione Marche ed il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute (NAS).

L’accordo, firmato dal Presidente della Regione Gian Mario Spacca e dal Generale Cosimo Piccinno, si pone l’obiettivo di migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva dei controlli e delle attività di vigilanza in materia di tutela della salute.

“La firma del protocollo rafforza la collaborazione tra la Regione Marche e l’Arma dei Carabinieri a favore della tutela del diritto alla salute riconosciuto dalla stessa Costituzione. Un diritto, insieme a quello dell’educazione, che rappresenta un elemento fondamentale per la salvaguardare la coesione della nostra comunità – ha sottolineato il presidente della Regione, Gian Mario Spacca – L’intesa con l’Arma migliora e rafforza il percorso qualitativo che, come governo regionale, intendiamo percorrere. La nostra è una strategia amministrativa orientata all’ambizione della qualità, intesa non solo come tutela della salute, ma anche come valore economico. La tracciabilità delle nostre produzioni va salvaguardata: da questo punto di vista il protocollo costituisce un messaggio forte di carattere preventivo che deve invitare i produttori a orientare il loro impegno verso i canoni della qualità che vengono riconosciute alle attività imprenditoriali marchigiane”.

“Abbiamo già un’ottima collazione con la Regione Marche, ma il protocollo garantisce una marcia in più per tutelare la salute dei marchigiani e creare un ulteriore senso di sicurezza sanitaria a una delle realtà regionali più virtuose d’Italia – ha evidenziato il Comandante dei Carabinieri per la Tutela della Salute (NAS) di Roma, Generale Cosimo Piccinno – Metteremo la nostra esperienza, che costituisce una riconosciuta eccellenza del nostro Paese anche all’estero, a disposizione della Regione, per conferire un valore aggiunto alla sicurezza alimentare e sanitaria di questa realtà territoriale”.

Il base al Protocollo, la Regione Marche concorrerà, nell’ambito delle proprie competenze ed in stretto raccordo con l’Asur e le Aree vaste, oltre che con le Aziende ospedaliere, all’incremento e al rafforzamento delle attività del Nas–Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Ancona, in modo da:

· svolgere le proprie attività di vigilanza, controllo e monitoraggio, favorendo lo scambio reciproco di informazioni e dati utili all’espletamento delle funzioni conferite ai NAS;

· partecipare attivamente alle iniziative di formazione, informazione, aggiornamento ed approfondimento che verranno realizzate in forza del presente documento;

· assicurare il collegamento delle Banche Dati Regionali al Sistema centrale del Comando Tutela Salute di Roma.

La sottoscrizione del Protocollo consentirà al NAS di Ancona di:

· collaborare con la Regione nell’effettuazione delle attività di vigilanza e controllo in materia di tutela della salute;

· supportare la Regione al fine di migliorare la gestione ed il controllo delle attività connesse alla tutela della salute, anche al fine di prevenire infiltrazioni da parte della criminalità organizzata nazionale ed internazionale;

· acquisire i supporti necessari per ottimizzare il sistema di controllo in direzione del contrasto dei crimini sulla salute nell’ambito del territorio regionale;

· rendere disponibili i dati sensibili derivanti dall’attività di cui al presente Protocollo e le informazioni derivanti dall’attività istituzionale, in stretta aderenza ai regolamenti dell’Arma dei Carabinieri;

· realizzare iniziative, preventivamente concordate, di formazione/informazione e aggiornamento del personale regionale impiegato nelle attività ispettive in tema di tutela della salute e momenti di approfondimento, preventivamente concordati, al fine di perseguire una conoscenza giuridica condivisa e più ampia uniformità interpretativa della normativa vigente in tema di tutela della salute.

 

 

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: