Il jazz italiano del TDL Jazz Festival

Dal 16 al 21 giugno i grandi nomi del jazz italiano si esibiranno sul palco del Teatro del Lido di Ostia e, durante il sound check, terranno laboratori gratuiti fornendo consigli tecnici e curiosità ai presenti.

La prima edizione del TDL Jazz Festival nasce con una programmazione musicale all’insegna dell’eccellenza. Sei giornate da vivere con i grandi artisti del panorama internazionale che si alterneranno sul palco del Teatro del Lido di Ostia dal 16 al 21 Giugno 2014

Apriranno il festival due sorelle cresciute nel Municipio X di Roma e diventate star internazionali, Carla e Rita Marcotulli, l’una cantante e l’altra pianista. Nelle serate successive si alterneranno sul palco, tra gli altri: il newyorkese Michael Rosen con il suo quartetto, l’eclettico Danilo Rea in un assolo pianistico, il sassofonista Maurizio Giammarco con il chitarrista Battista Lena, il pianista Roberto Tarenzi conil suo trio e Fabio Zeppetella con il suo quartetto. 

Tutte le sere di spettacolo il TDL JAZZ FESTIVAL ospiterà anche un laboratorio gratuito (con prenotazione obbligatoria alla mail [email protected]  o al numero 06 5646962). Dalle ore 18, durante il sound check, i partecipanti potranno interagire con i musicisti chiedendo loro consigli tecnici, curiosità e segreti per imparare quale è la migliore disposizione degli strumentisti sul palco, come funzionano il monitoring e la micro fonazione o come si organizza una scaletta.

Date di svolgimento dei laboratori: lunedì 16 giugno Rita e Carla Marcotulli Duo; martedì 17 giugno Michael Rosen Quartet; mercoledì 18 giugno Danilo Rea; giovedì 19 giugno Giammarco & Lena Band; venerdì 20 giugno Roberto Tarenzi Trio; sabato 21 giugno Fabio Zeppetella Quartet.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: