Cronaca

Presidio dipendenti : Montecitorio e Madonna di Loreto

Presidio dipendenti capitolini: Montecitorio e Madonna di Loreto anche domani

Si è registrata un’ottima partecipazione al Presidio dipendenti capitolini di Piazza Montecitorio e piazza Madonna di Loreto. I presidi hanno visto impegnate maestre, educatrici e agenti di Polizia Locale che manifestavano il proprio disagio verso le scelte del sindaco Ignazio Marino e la sua Amministrazione, nonché verso le gravi responsabilità del Governo

“Stanno affamando le famiglie, hanno deciso di cominciare da noi, dal basso e dalla pagina 185 del rapporto del MEF per tagliare e cercare di recuperare i soldi! Le prime voci e pagine del rapporto contengono i dati delle partecipate, di AMA, ATAC, Roma Metropolitane e i dirigenti, perché hanno cominciato da noi?” Questo dichiarano i dipendenti capitolini.

Il presidio di Madonna di Loreto si è poi unito a quello di Montecitorio per garantire la sicurezza data la concomitanza con la manifestazione organizzata da altre sigle per il tema casa. Domani i presidi continueranno dalle 9 alle 19, in entrambi i punti.
Nessuna bandiera sindacale è stata esposta, ad ulteriore dimostrazione che l’unico interesse è tutelare il lavoratore. Ignazio Marino ha sempre sostenuto di essere dalla parte dei dipendenti, di volerli difendere e tutelare, inoltre il 14 maggio non è voluto scendere in Piazza Campidoglio perché giudicava lo ” sciopero politico”, bene. Questa volta ha l’occasione di scendere tra gente senza interessi politici, ma con l’unico obbiettivo di salvaguardare i propri diritti e la propria dignità!

Niente tessere o colori, ma solo Roma e il presidio dei dipendenti capitolini.

 

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!