Google investe sull’energia solare: pronti 80 milioni di dollari

Nuova iniziativa di Google, che stavolta ha deciso di investire 80 milioni di dollari per costruire sei impianti ad energia solare.

Google è pronta ad investire ancora sul mercato, anche se stavolta non parliamo di investimenti puramente tecnologici. L’azienda di Mountain View, infatti, ha deciso di occuparsi anche delle cosiddette energie alternative, investendo circa 80 milioni di dollari nella costruzioni di diversi impianti ad energia solare. Già in passato Google ha provato a lanciarsi verso il mercato delle energie rinnovabili, occupandosi di quella eolica e, per l’appunto, di quella solare; adesso l’azienda vuole inserirsi definitivamente all’interno di questo mercato, forte delle sue illimitate disponibilità economiche.

I sei nuovi impianti adibiti all’energia solare verranno costruiti in California e Arizona, e le nuove strutture sarebbero in grado di fornire sufficiente energia per ben 17.000 abitazioni dislocate in tutti gli Stati Uniti. Numeri importanti, destinati a crescere col passare del tempo, visto che Google ha tutta l’intenzione di divenire autonoma al 100% dal punto di vista energetico.

Anche gli altri numeri risultano interessanti: i progetti suddetti, realizzati da Recurrent Energy in collaborazione con la società di investimenti KKR, potranno disporre di una portata totale di ben 106 megawatt; attualmente, Google è alimentata da sole fonti rinnovabili al 33%, ma tale numero sembra destinato ad aumentare, fino a raggiungere il fatidico 100%. L’energia solare è una tra le risorse rinnovabili più utilizzate di tutto il pianeta; basti pensare che il Giappone ha tutta l’intenzione di trasformare la Luna in un gigantesco mega pannello solare, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di tutto il pianeta.

Una serie di progetti sicuramente affascinanti, ma assolutamente necessari se si vuole salvare il pianeta: l’energia atomica, nonostante il suo potenziale, rappresenta un’arma a doppio taglio, mentre le altre fonti energetiche cominciano a scarseggiare; Google, in questo senso, ha tutta l’intenzione di muovere passi decisivi con il suo progetto, nella speranza che siano sempre di più le aziende che provino ad emulare tali investimenti.

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: