NYC Ballet arriva in Italia con il Cigno Nero

Il Tour del Cigno Nero di Daniele Cipriani partirà oggi, 28 Marzo 2014, da Assisi, mentre il 2 e 3 Aprile sarà a Roma.

Il Lago dei cigni non è solo uno dei più acclamati balletti del diciannovesimo secolo, ma è una di quelle opere che grazie al suo incredibile fascino è acclamato da molti artisti e riproposto in numerosissime varianti.Registi di successo si sono ispirati alla storia dei due cigni, il Bianco simbolo di virtù, grazia e purezza, il Nero che incarna la sensualità, il fascino del lato oscuro. La bellissima Natalie Portman ha infatti vinto un Oscar nel 2011 per l’interpretazione nel Cigno Nero di Darren Aronofsky, in cui l’opera diviene metafora di un conflitto interiore, dove la follia diviene il male nascosto che la protagonista deve far emergere per regalare una grandiosa ed irripetibile interpretazione del Cigno Nero.

 Al Teatro Lyrick di Assisi, nella prima tappa del Tour, viene rappresentata la versione del direttore artistico Daniele Cipriani con le musiche di Ciajkovskij, Saint Saens, Bach e Rachmaninov. 

Il Cigno nero ci mostra il quotidiano percorso dei danzatori classici, gli esercizi alla sbarra e il costante lavoro di studio a cui si sottopongono in un piccolo capolavoro del secondo Novecento, Three Preludes di Ben Stevenson

Viene così descritta l’opera dal direttore, durante la presentazione all’ Auditorium della Conciliazione di Roma. Gli interpreti dei due protagonisti, Odette/Odile e Siegfried, sono due grandi nomi della scena artistica mondiale, due talenti del New York City Ballet, Ashley Bouder e Joaquin de Luz, ma tra i grandi ballerini che hanno partecipato alla realizzazione della versione di Cipriani del Cigno nero vi sono molti nomi italiani. L’etoile internazionale Giuseppe Picone interpreterà  il passo a due del Cigno Bianco e l’assolo maschile da Il Lago dei cigni. Il napoletano, che ha studiato danza presso il Teatro San Carlo di Napoli, è un acclamato danzatore che ha collaborato con English National Ballet e poi con American Ballet. In una recente intervista si è infatti soffermato su quest’ultima esperienza, facendo riferimento al film Il Cigno nero:

Il film raccontava una storia di rivalità e follia con toni certamente esagerati, però nella danza la competizione c’è ed io l’ho vissuta sulla mia pelle nei quattro anni in cui sono stato all’American Ballet. In Italia, in Francia e a Londra all’inizio della mia carriera mi sostenevano, mi davano primi ruoli ed ho veramente vissuto il sogno di un ballerino che vuole e che può arrivare al successo. Invece all’Abt quel sogno si è infranto, si sono scatenate invidie e gelosie tra colleghi, ognuno di loro avrebbe fatto letteralmente “di tutto” per metterti fuori gioco e prendere il tuo posto

Dopo la tappa di Assisi, il Tour arriverà  Milan, al Teatro la Luna, Firenze, al Teatro Verdi,  ed in fine anche a Roma, all’Auditorium Conciliazione per due serate, l’2 e il 3 Aprile.

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: