Salva Roma l’appello di Roma Metropolitane in piazza Campidoglio

Roma Metropolitane, l’obbiettivo è implementare la rete metropolitana di Roma, oggi di soli 42 chilometri e il Salva Roma taglierebbe altri servizi

Salva Roma? Marino in Aula chiedeva “chiamatelo libera Roma” ma per qualcuno è un decreto che crea disagi. Roma  Metropolitane è in piazza, Gaetano Mazzone, dipendente della Società è rappresentante della CGIL. L’a società Roma Metropolitane nasce nel 2004, voluta dall’allora sindaco Veltroni, “per dare un impulso alle metropolitane di roma”

Manifestano in Piazza Campidoglio, ed hanno già manifestato prima, per i  loro obbiettivi: implementare la rete metropolitana  di Roma, Contestano con forza il decreto Salva Roma ed i tagli lineari che prevede, senza tener conto dei servizi e peculiarità che la società può apportare alla cittadinanza. La finalità di Roma Metropolitane è, quantomeno, auspicabile: dare alla città una rete metropolitana degna di una capitale europea. L’incontro con loro avviene nel giorno della pubblicazione dell’articolo con intervista all’admin di “Marino e la sua giunta devono prendere i mezzi pubblici”, quindi conosco anche il pensiero delle centinaia di persone che hanno condiviso e letto i pezzo: l’ampliamento della rete e il funzionamento “decente” del trasporto pubblico è decisamente desiderato e bramato dai romani!

La loro campagna è chiara: il confronto tra le città europee della rete metropolitana, facendo il verso allo slogan elettorale di Ignazio Marino “Non è politica è Roma” troviamo  246 km di metropolitana contro 42 “Non è Madrid è Roma” e pure “E non è manco Atene, è Roma” dove i nostri miseri 42 sono superati dai 6o chilometri della capitale greca. La linea C dovrebbe, entro la fine del 2014, vedere aperte ben 20 stazioni per 30 km! Sarebbe un gran sospiro certo ma, continua Mazzone, la finalità di Roma Metropolitane è andar ben oltre, verso le periferie che ora sono isolate. Un sogno che si avvera? Un sogno che verrà spezzato dal Salva Roma? Seguite l’intervista!

[youtube]https://youtu.be/__naG6LRCwM[/youtube]

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

Un pensiero su “Salva Roma l’appello di Roma Metropolitane in piazza Campidoglio

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: