Villa Pamphili, ridotta al degrado e rifugio per senza fissa dimora

Su Villa Pamphili. Dichiarazione del consigliere del XII Municipio, Paride Alampi e a seguire del Capogruppo capitolino Giovanni Quarzo, Forza Italia

Villa Pamphili. Alampi (Fi) ”Degrado è fallimento Marino-Maltese”

“Apprendiamo da molti cittadini la presenza di alcuni senza fissa dimora sia all’interno che all’esterno di Villa Pamphili, patrimonio storico della nostra città e sottoposto a vincoli della soprintendenza. Nella zona centralissima di Largo M.L.King ci sono automobili parcheggiate adibite a dimora e altri due-tre automezzi a Via Vitellia.

Questo rischia di non garantire la fruizione sicura ai frequentatori del parco, anche perché queste persone bivaccano anche dentro la villa, per l’approvvigionamento di acqua dalle fontanelle, piuttosto che per stendere i panni e, in alcuni casi, per chiedere l’elemosina. I residenti sono preoccupati e oltre a segnalare lo stato di degrado, a dir poco vergognoso, in cui versa un’area di pregio come quella in questione, si stanno autoorganizzando per presentare una denuncia alla procura. Questa realtà è grave anche per la totale assenza dell’amministrazione del XII municipio guidata dalla Presidente Maltese, che tra l’altro ha anche affidato la delega alla sicurezza all’assessore Geraci. Ci chiediamo: cosa stanno facendo?

E’ possibile che i cittadini siano talmente abbandonati, a tal punto da dover portare avanti iniziative autonome. Questo è il fallimento delle amministrazioni di centrosinistra, sia municipale che comunale, guidata dal sindaco Marino, la cui inadeguatezza adesso viene evidenziata dal suo stesso partito, il pd. Le politiche del finto buonismo, portate avanti dal centrosinistra, hanno provocato la proliferazione di situazioni di degrado e insicurezza. Chiediamo a Comune e Municipio di attivarsi al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza nell’area, fornendo in questo modo risposte chiare alle istanze della cittadinanza”

Villa Pamphili. Quarzo(Fi)”Cittadini soli e abbandonati nel degrado”

“Il degrado di Roma adesso tocca anche un’area di pregio come Villa Pamphili. Ancor più emblematico è l’immobilismo di Comune e Municipio. I cittadini soli e abbandonati dal centrosinistra e dal duo Marino-Maltese, cercano di organizzarsi autonomamente per trovare quelle risposte che invece dovrebbero arrivare da Comune e Municipio. Sembrerà un paradosso o un’assurdità, ma con il Marziano assistiamo anche a questo. Il suo fallimento, ogni giorno, tocca sempre vette più alte”

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

4 pensieri riguardo “Villa Pamphili, ridotta al degrado e rifugio per senza fissa dimora

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: