Si dimette il Ministro Nunzia De Girolamo

Si Dimette il Ministro Nunzia De Girolamo: “Mi dimetto da Ministro. L’Ho deciso per la mia dignità”.

Questa sera il Ministro alle politiche agricole e forestali Nunzia De Girolamo ha annunciato di dimettersi dal proprio incarico. La bufera mediatica era già da tempo esplosa, a seguito della pubblicazione di alcune intercettazioni che testimoniavano possibili interferenze della stessa nella nomina di dirigenti e non solo in alcune ASL del beneventano. Nell’annuncio la De Girolamo spiega le sue ragioni:

Mi dimetto da Ministro. L’Ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità

Le intercettazioni, pubblicate dal Fatto Quotidiano, non solo hanno destato scandalo in quanto sembravano testimoniare pressanti ingerenze nelle scelte di gestione da parte della De Girolamo, ma anche per i toni adottati dal Ministro:

“Dove dovremmo metterlo? – si chiede la De Girolamo – a Sant’Agata che Valentino (il sindaco, del Pd, ndr) è uno stronzo? Cioè, nemmeno è venuto da me”. Rossi però le spiega che Valentino “ha incassato intelligentemente” i problemi da loro creati. Ad un certo punto Nunzia pone un veto sul collocare una struttura a Forchia: “No, Forchia no! Preferisco poi darlo ad uno del Pd che ci vado a chiedere 100 voti…”. Qualche decina di minuti prima il “direttorio” aveva affrontato il caso del controllo in un negozio di latticini. Parla Luigi Barone: “È l’amico di Nunzia e mio amico… vende le mozzarelle accanto al Maxim’s… è un bravo ragazzo, insomma!”. Purtroppo per lui una funzionaria dell’Asl gli ha appena sequestrato “un bel po’ di roba – sottolinea Barone – tre, 4000 euro… più la sanzione”. Si stabilisce, quindi, di parlare con tale Tommaso.

 Numerosi i tentativi attuati per la riconciliazione, tra cui un discorso passato in sordina di fronte al Parlamento, lo scorso 17 Gennaio. Tuttavia le troppe perplessità avevano indotto i parlamentari del Movimento 5 Stelle a richiedere una nuova Mozione di Sfiducia, che sarebbe dovuta esser discussa il 4 Febbraio. 

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

2 pensieri riguardo “Si dimette il Ministro Nunzia De Girolamo

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: