Dichiarato decaduto il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca

Il Tribunale di Salerno dichiara decaduto il sindaco Vincenzo De Luca, che a partire dalla nuova legislatura ha ricoperto l’incarico di Viceministro alle Infrastrutture.

In mattinata il tribunale di Salerno si è pronunciato su quest’ annosa vicenda, che da mesi aveva innescato non poche polemiche tra parlamentari e gli stessi cittadini. Per primi a manifestare le proprie perplessità furono i parlamentari del Movimento 5 Stelle, che avevano riscontrato un’evidente incompatibilità tra le due cariche ricoperte da De Luca. Nonostante i numerosi inviti, il sindaco aveva più volte manifestato la volontà di mantenere la carica presso il comune campano.

Nel Luglio 2013 i parlamentari M5S Andrea Cioffi, Silvia Giordano e Girolamo Pisano presentarono il proprio ricorso presso il Tribunale di Salerno, che in tempi piuttosto modici ha saputo rispondere alle pressanti richieste, basando la propria decisione su di una legge del 2011. Questa , infatti, espressamente vieta a sindaci di grandi comuni, come Salerno, di ricoprire cariche di governo.

L’esultanza dei suddetti parlamentari non tarda ad arrivare:

Il Sindaco di Salerno e’ decaduto. Lo ha deciso il presidente della I Sezione Civile del Tribunale di Salerno (…) La giustizia è costretta ad intervenire laddove non arriva il buon senso di una persona che avrebbe potuto agire nel rispetto della Legge già da tempo.

In particolare Mimmo Pisano (M5S) ha dichiarato:

Ora c’è un parere inequivocabile di un giudice. E proprio alla luce di questa decisione dovrebbe guardare indietro e ricordare quanto ha causato. A cominciare dalla scelta “poltronistica” di non lasciare nessun incarico che, adesso, lascia Salerno senza un sindaco e senza tempi utili per ritornare subito al voto. Ora ci sarà un pasticcio causato da lui e dalla sua arroganza

Difatti le molte incertezze sull’eventuale compatibilità si erano manifestate, infatti anche l’Antitrust aveva avviato un procedimento per far luce sulla questione. Nel bollettino dell’Autorità si precisava che in base alla legge 150/2011  le cariche di Sindaco, Deputato e Senatore erano incompatibili con qualsiasi altra carica elettiva.

Tuttavia De Luca non sembra aver accolto favorevolmente la decisione del Tribunale, nonostante le motivazioni coerenti offerte dal Presidente Giulia Carleo. I rappresentanti del Viceministro, subito dopo il comunicato,  hanno dichiarato che avrebbero tempestivamente proposto il loro ricorso contro l’ordinanza, che quindi resterà sospesa fino al termine dell’ulteriore procedimento.

Per il momento le sorti di Vincenzo De Luca sono ancora incerte, sicuramente dovrà attendere al recente incarico ricevuto dal segretario di partito Renzi. Difatti proprio ieri era stato deciso che De Luca avrebbe dovuto nominare il candidato per la segreteria regionale del PD. 

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Un pensiero riguardo “Dichiarato decaduto il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: