Sperimentazione animale. Siano ascoltate anche le posizioni contrarie

Da Stop Vivisection all’articolo 13 della Legge n. 96/13 che introduce alcune limitazioni rispetto alla Direttiva 2010/63/UE. Audizioni anche per chi è contrario alla sperimentazione animale

Loredana Cannata in gabbia per protestare contro la vivisezione degli animali

SenzaBarcode continua il suo interessamento alle questioni legate alla sperimentazione animale. Siamo recentemente stati al convegno presieduto da Maria Antonietta Farina Coscioni, sulla libertà di ricerca scientifica. Pochi mesi sono passati dal congresso del Partito animalista Europeo proprio in favore di No Vivisection, abbiamo ospitato una intervista doppia tra la Farina Coscioni e Maria Giovanna Devetag Segretario di “Parte in Causa” oggi pubblichiamo una lettera che varie associazioni sotto elencate rivolgano ai massimi vertici del Parlamento, affinché vengano interpellati in materia di sperimentazione animale.

Alla cortese attenzione Del Presidente del Consiglio, Enrico Letta, Presidente della Camera dei deputati, on. Laura Boldrini, Presidente del Senato, sen. Pietro Grasso, Del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, Del Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, Presidente Commissione Affari Sociali, on. Pierpaolo Vargiu, Presidente Commissione Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni, on. Paolo Francesco Sisto, Presidente Commissione Igiene e Sanità, sen. Emilia Grazia De Biasi, Presidente della Commissione Affari Costituzionali, sen. Anna Finocchiaro, Presidente della 14° Commissione Permanente Politiche dell’Unione Europea al Senato, sen. Vannino Chiti, Presidente della 14° Commissione Permanente Politiche dell’Unione Europea alla Camera dei Deputati, on. Michele Bordo

Illustrissimi tutti,

 La Direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici è stata recepita dal Parlamento Italiano con Legge n. 96/13, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 194 del 20.08.2013, in vigore dal 04/09/2013;

 Premesso che

l’articolo 13 della summenzionata legge di recepimento introduce alcune limitazioni rispetto a quanto espresso nella Direttiva 2010/63/UE, nella fattispecie: il divieto di utilizzo di animali per gli xenotrapianti e per le ricerche su sostanze d’abuso; allo stato attuale il decreto attuativo non è stato ancora emanato ma dopo il CDM del 21 u.s., è passato alle Camere per il parere;

il segretario dell’Associazione Luca Coscioni, Filomena Gallo, il professor Michele De Luca, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, e il professor Cesare Galli, Consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni, hanno inviato a molti di Voi una richiesta di audizioni di ricercatori e esperti della materia, italiani e stranieri, prima dell’emanazione del suddetto decreto attuativo della legge di recepimento della direttiva europea;

Considerato che

in base all’art. 76 della Costituzione, l’esercizio della funzione legislativa non può essere delegato al Governo se non con determinazione di principi e criteri direttivi. Tali principi e criteri direttivi nel caso di specie sono quelli contenuti nell’art. 13 della Legge n. 96/13, che il Governo è tenuto a rispettare;

l’iniziativa popolare europea STOP VIVISECTION, di recente conclusa, ha raggiunto e superato l’obiettivo di 1 milione di firme raccolte, di cui 570.400 provenienti dall’Italia;

tutte le più recenti scoperte in campo etologico, biologico e neurobiologico concordano nel ritenere che gli animali siano dotati di caratteristiche atte a renderli capaci di esperire molte forme di sofferenza fisica e psichica che in precedenza si ritenevano proprie solo della specie umana;

numerosi scienziati e ricercatori in tutto il mondo sostengono che il modello animale sia scarsamente predittivo e vada abbandonato al fine di meglio tutelare la salute umana;

chiediamo

che, nel caso il Governo, le commissioni parlamentari, optino per un’audizione di scienziati ed esperti della materia, nel rispetto delle diverse posizioni e nell’auspicio di un confronto serio e imparziale, siano auditi anche ricercatori, professori ed esperti della materia, sia italiani che stranieri, che esprimono posizioni contrarie alla sperimentazione animale;

che, in ogni caso, il Governo legiferi nel rispetto dei principi e criteri direttivi espressi nella Legge n. 96/13, come previsto dalla nostra Costituzione.

Restiamo in attesa di riscontro,

Gabriele Ceccarelli, Tesoriere di Parte in Causa – Associazione Radicale Antispecista. Fabrizio Cianci, Segretario di Radicali Ecologisti Carlo Consiglio, Presidente Onorario di Lega per L’Abolizione della Caccia e Presidente Onorario di Parte in Causa – Associazione Radicale Antispecista Maria Giovanna Devetag, Segretaria di Parte in Causa – Associazione Radicale Antispecista Gianluca Felicetti, Presidente della LAV – Lega Antivivisezione Carlo Gandolfo, membro del Direttivo di Radicali Ecologisti Simone Lelli, Presidente di Parte in Causa – Associazione Radicale Antispecista Massimo Tettamanti, CEO di I-care International Center for Alternatives in Research and Education Maria Gigliola Toniollo, Responsabile del Settore Nuovi Diritti presso CGIL Nazionale

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: