Adozioni animali, la pagina Facebook per adottare un nuovo amico

Adozioni animali, una pagina Facebook tutta dedicata ai nostri amici a quattro zampe. Ce ne parleranno i gestori della pagina in questa lunga intervista.

Adozioni animali

Tra le immense possibilità offerte da un Social tanto bistrattato quanto (comunque) utilizzato come Facebook, si stanno facendo largo delle bellissime iniziative tutte dedicate al mondo animale. Adozioni animali è infatti una pagina che si prefigge proprio tale scopo: permettere l’adozione di amici a quattro zampe da parte dell’utenza di Facebook e non, il tutto in modo semplice ed immediato. Sulla pagina non troverete esclusivamente inserzioni concernenti adozioni; Adozioni animali propone infatti immagini, video ed aneddoti divertenti su cani, gatti ed altri amici pelosi.

La pagina Facebook è gestita da ben quattro persone: Scentless, Cynder, Marcello e Pandora ci illustreranno gli scopi della pagina, le loro passioni e i loro progetti in questa lunga intervista a “quattro”, dove i gestori di Adozioni animali si alterneranno nel rispondere alle domande proposte, svelando anche numerosi retroscena piuttosto curiosi.

Clicca qui per accedere alla pagina di Adozioni animali.

Qualche giorno fa la vostra pagina Facebook ha compiuto un anno di vita, più precisamente l’11 novembre. In occasione di questa data, potete spiegarci com’è’è iniziata quest’avventura? Cosa vi ha spinto ad aprire una pagina dedicata all’adozione animali?
Scentless: È proprio vero. È già passato un anno da quando abbiamo deciso di dare vita a questa pagina Facebook dedicata interamente ai nostri amici animali. L’idea di fondarla è partita da me ed ho subito ritenuto opportuno coinvolgere altri tre miei carissimi amici con cui condivido la stessa passione: l’amore e il rispetto per ogni forma di vita.
Cynder:
Sicuramente la passione per gli animali! In realtà ci siamo resi conto di quanto si sia diffusa l’abitudine di condividere la propria vita con loro. Spesso però c’è la tendenza ad acquistarne uno anziché adottarlo, a volte perché c’è una razza che piace particolarmente oppure perché i cuccioli conquistano sempre con la loro tenerezza. Purtroppo non tutti gli animali possono contare sulla fortuna di avere una famiglia che li voglia bene, infatti ce ne sono tantissimi che hanno alle proprie spalle storie terribili e pensiamo che anche loro meritino un’altra possibilità. Anche i randagi hanno un cuore, pronto a dare tanto amore a coloro che se lo meritano.
Marcello:
Tutto è iniziato perché eravamo semplicemente stanchi di vedere dei poveri cani, gatti, ecc. maltrattati o rinchiusi per vita natural durante in un canile, quando poi in realtà possono dare e ricevere tanto! Sinceramente non se ne può più di assistere a scene di cani massacrati di botte, o peggio ancora, rinchiusi nei canili dopo aver subito anche numerose barbarie, manco avessero commesso qualche crimine; magari il crimine l’ha commesso il proprietario, e questo sorseggia una birra al bar manco fosse accaduto nulla. La pagina fu quindi creata due minuti, nata da un’idea di Scentless, che poi ci ha inseriti come co-admins.
Pandora:
Partendo dalla nostra passione per tutti gli animali, l’idea iniziale era quella di avere un luogo virtuale dove poter condividere curiosità e notizie interessanti che avessero come protagonisti i nostri amici pelosi.

Quali progetti riserverà in futuro la vostra pagina Facebook? Quanto in alto volete arrivare?
Scentless: Inizialmente alla base del progetto c’era l’intenzione di aiutare i piccoli amici a trovare delle famiglie amorevoli, disposte a dar loro tutto l’amore di cui hanno bisogno. Poi, siccome siamo stati soliti pubblicare diversi link, foto divertenti, notizie inerenti il mondo animale, petizioni e campagne pubblicitarie volte a migliorare il benessere animale, abbiamo trasformato quella che in principio era una sorta di registro adozioni in un vero e proprio blog in cui scrivere pensieri, esprimere il nostro dissenso o sdegno, le nostre emozioni e così via. In futuro si continuerà su questa falsariga, sperando di educare il più possibile la gente, vicina e lontana. Questo è il bello del web: far sentire la tua voce a chilometri e chilometri di distanza!

Cynder: Naturalmente continueremo a pubblicare foto di animali bisognosi cercando di farne adottare quanti più possibile, con l’obiettivo di toglierli dalla strada o dai canili e dar loro una casa. Contemporaneamente cercheremo di far comprendere alle persone cosa vuol dire amare ed essere amati da un essere di una specie diversa, magari proprio a coloro i quali questa occasione non l’hanno mai avuta, sperando di far nascere qualcosa anche in quelli che in questo profondo legame ci credono poco.
Marcello:
 Sinceramente uno strumento come Facebook, cosi come gli altri social network, può rivelarsi estremamente utile; spesso utilizzato per i pettegolezzi, nelle mani giuste può far arrivar una notizia importante dall’altra parte del mondo. Quindi non è questione di volare alto: l’importante è sensibilizzare e diffondere l’opinione che gli animali non vanno maltrattati; vanno amati, rispettati e soprattutto quelli disagiati vanno adottati. Sinceramente un animale, qualunque esso sia, in una casa è destinato a diventare un membro della famiglia, tanto da far vivere nel cuore delle persone che vivono in essa diverse emozioni e sensazioni, soprattutto positive.
Pandora:
La speranza futura è di riuscire a scambiare notizie anche con i nostri utenti e con le altre pagine che trattano la nostra stessa tematica, aiutando chi ha un animale ad amarlo nel migliore dei modi, e facendo da tramite per chi volesse adottarne uno.

Adesso parliamo un po’ di voi: chi si cela dietro Adozioni Animali? Descrivetevi al pubblico a ruota libera: carriera, passioni, emozioni.
Scentless:
 Dunque, come ho già detto siamo quattro amici e ci firmiamo sulla pagine con degli pseudonimi, tranne Marcello che è l’uomo di casa (ride). Io sono “Scentless“, che è abbreviato per Scentless Apprentice, canzone dei Nirvana che mi rispecchia alla grande. Ho 22 anni e sono una studentessa di Medicina Veterinaria (io e Cynder siamo compagne di corso, ci siamo conosciute al primo anno) presso l’università degli studi di Napoli Federico II e da sempre gli animali hanno rappresentato una delle mie più grandi passioni, tant’è vero che questo mio percorso universitario lo vedo come un raggiungimento di un sogno che aspettavo da una vita ( mia madre dice sempre che da quando ho iniziato a parlare ho sempre detto di voler fare la “dottoressa degli animali” , inoltre mi racconta che sono stata sempre dalla loro parte, difendendoli da chiunque, perché come io stessa usavo esclamare “sono essere indifesi e meritano protezione e affetto”). Altra mia grande passione è la musica, la quale mi ha dato la forza di continuare a vivere anche nei momenti in cui ho pensato che sarebbe stato meglio rinunciare a tutto. La mia amata musica è riuscita sempre a sollevarmi ,diventando parte integrante della mia vita: quando sono triste, quando sono felice, quando sono emozionata o quando ho paura mi rintano nella mia stanza e mi chiudo nel mio mondo, dove le strade sono rappresentate da pentagrammi e le persone da note musicali. Mi piace leggere perché la lettura mi proietta in altre dimensioni dove gioco diversi ruoli. Mi piace leggere di tutto, vado matta però per Edgar Allan Poe e Carroll. Mi piace cucinare, anche se spesso mi sento come Akane Tendo: cioè me la cavo, però c’è sempre qualche passo della ricetta che devo sbagliare! (ride)
Cynder:
Non sono mai stata molto brava a parlare di me, ma ci proverò. Studio Medicina Veterinaria (insieme a Scentless!) e attualmente frequento il quarto anno di università, ma oltre agli animali ho anche altri interessi. Mi piace leggere libri di vari generi, anche se nella mia libreria quelli di genere Fantasy sono la maggioranza e qualche volta mi diverto a scrivere qualcosa di mio. Naturalmente ascolto anche la musica dove al top della mia classifica ci sono i Queen. Sono una ragazza che, agli occhi di chi non mi conosce, può apparire timida e impacciata, ma chi impara a conoscermi scopre un lato di me che a molti è precluso.
Marcello:
3. Beh io sono Marcello, ho 25 anni e ad oggi mi divido tra università, lavoro, passioni e amici. Piuttosto che scrivere un curriculum vitae preferisco dirvi qualcosa di ciò che effettivamente faccio. Come studente sto per preparare la tesi: genetica o biochimica che enorme dilemma! Come lavoratore faccio quel che si può per tirare avanti in attesa di spiccare il volo; ripetizioni, inventari, in passato benzinaio e cameriere sono solo alcune delle esperienze che ho avuto. Tra le mie passioni ci sono, oltre che alla natura in tutte le sue forme (inculcatami dai miei), la tecnologia in tutte le sue forme quali informatica, multimedia, telefonia, applicazioni biomediche, ricerche innovative e non a caso sto sempre a realizzare piccoli marchingegni che mi aiutano soprattutto nella gestione di un’altra delle mie passioni… l’acquariofilia! Io infatti gestisco i cosiddetti acquari Zen o vasche olandesi, con innumerevoli specie vegetali al loro interno. È una sfida ogni volta ricreare delle condizioni biologiche di equilibrio per lo sviluppo della vita sommersa, ma nel contempo è qualcosa di affascinante! Restano poi la musica classica, la storia, la gastronomia e l’ultima delle mie passioni, non per questo meno importante, anzi. La mia ultima passione ha un nome proprio, Lilly, una gattina che già da pochi giorni dalla nascita ha conosciuto la barbara natura umana: trovata per caso in un sacchetto della spazzatura, è ora qui con me continuando a chiedersi come l’uomo possa essere così cattivo, senza un motivo.
Pandora:
Io sono Pandora, ho 26 anni e sono laureata in psicologia clinica. Per sostenermi gli studi e permettermi qualche viaggetto low cost faccio ripetizioni di matematica agli studenti delle superiori (dovrò pur mettere a frutto i miei cinque anni al liceo scientifico!) e sto provando a inserirmi in qualche progetto che si avvicina di più al mio campo di studi, che poi è anche la mia passione principale. Le altre sono la buona musica (rock, per lo più), i film ben fatti (quindi scarterei il 90% di quelli che passano ultimamente nelle sale cinematografiche) e tutto ciò che mi permette di esprimere la creatività, dal decoupage al ricamo fino agli orecchini in fimo.

Ultima domanda: perché, secondo voi, le persone dovrebbero adottare un animale?
Scentless: Penso che le persone dovrebbero adottare gli animali perché è un’esperienza unica vivere con loro. Prendersi cura di un individuo appartenente ad altre specie arricchisce l’anima, soprattutto nel conoscere quali sono le loro abitudini (alcune davvero bizarre), il loro modo di interagire col mondo che li circonda e coi membri della famiglia, il loro modo di donare amore in maniera assolutamente incondizionata. Sopratutto i bambini dovrebbero vivere questa esperienza per una crescita migliore, come molti studi hanno attestato. Io stessa sono cresciuta con una cagnetta, che purtroppo dopo 18 anni ci ha lasciati: la mia amatissima Stella, che mi ha accompagnata dall’asilo all’università. Ancora adesso quando ne parlo qualchhe lacrima mi riga il viso, dato che è difficile dimenticare un’amicizia durata così tanto tempo. Mi manca tantissimo. Ci ha lasciato la casa vuota e non me la sento ancora di prendere un cane; sono però certa che ho ancora molto amore da dare e ci son troppe creature che necessitano di affetto, e spero quindi anche con la mia futura professione di poter dare il massimo e di mettermi sempre a disposizione completa di queste amate creature. 
Cynder: Perché ti cambiano la vita. Chi ne ha avuto uno almeno una volta sa di cosa sto parlando. Si crea un legame magico e profondo, dove si impara a conoscersi e capirsi reciprocamente e con sincerità. Dove basta un solo sguardo per capire a cosa si sta pensando, in cui tu capisci lui e lui capisce te. Di quante persone possiamo dire la stessa cosa?
Marcello: La domanda è: perché non farlo? Tutte le persone hanno bisogno di amore, di emozioni e ricordi felici. Dal mio punto di vista l’insieme di questi tre parametri fornisce la felicità e la possibilità alle persone di vivere meglio. Ora io mi chiedo: cosa c’è di meglio dell’amore incondizionato in cambio di una ciotola d’acqua e una di pappa? Proprio nulla! Quell’amore può fornirvelo solo un amico a 2/4 zampe o con le pinne! E quando a fornirvelo è un esserino che è stato maltrattato o condannato ad una probabile vita dietro le sbarre, beh, è ancora più soddisfacente!
Pandora: Credo che gli animali riescano ad entrare in sintonia con chi sta male a livello empatico: non hanno bisogno di parole, ti amano se tu li ami e sono sempre riconoscenti. Ti aiutano tanto e non chiedono altro che qualche coccola e un po’ di croccantini. Ho adottato una gatta europea che ho chiamato Kira e ad oggi ha 7 anni. Da quando lei vive con me la mia vita è più bella e mi sento amata ogni giorno. Credo che tutti dovrebbero poter provare questa sensazione fantastica.

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: