Politica

Sapio (URIA) Disabilità :proposta per azzerare disuguaglianza tra cittadini

Giancarlo Sapio, presidente dell’Unione Romana Ingegneri Architetti sulla disabilità,  «lanciata proposta per azzerare disuguaglianza tra cittadini»

Giancarlo Sapio, presidente dell'Unione Romana Ingegneri Architetti sulla disabilità,  «lanciata proposta per azzerare disuguaglianza tra cittadini»

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale; ogni cittadino può circolare liberamente”. Questi due assunti, diritti sanciti dalla Costituzione e dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea sono il punto di partenza della proposta che Uria e Fiaba hanno lanciato oggi dal convegno “Trasporti: accessibilità, progettazione, tecnologia”.

«Si tratta – spiega – di un programma per l’introduzione di disposizioni a tutela del reale diritto alla mobilità dei cittadini, diversamente abili o meno, il cui fine è quello di superare una volta per tutte disuguaglianze e discriminazioni personali e sociali.

Nella proposta sono previsti interventi strutturali sull’urbanistica e sulle infrastrutture: vengono dettate linee guida per le nuove progettazioni e gli interventi di rigenerazione urbana, ma anche linee guida per il riordino e lo sviluppo complessivo del comparto urbanistico e infrastrutturale esistente, secondo un programma di interventi messo a punto da un apposito comitato di esperti»

«Compito del comitato, sarà inoltre quello di valutare le iniziative necessarie per l’attuazione della presente proposta, e provvedere ad adeguare le misure e le azioni necessarie per conformare la cosiddetta mobilità alle esigenze di ciascuno. Si tratta – conclude Sapio – di un importante lavoro, profondamente rivoluzionario, con il quale Uria e Fiaba lanciano una sfida prima di tutto culturale: contribuire concretamente a cancellare quelle che vengono oggi definite diverse abilità. Raddrizzando quindi una stortura che riconosce, di fatto, una disuguaglianza tra cittadini che però non è contemplata in nessun ordinamento»

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!