Previsioni Meteo. Proiezione da brivido verso il sesto anno gelido!

Non essendo abituati alla politica italiana, i meteorologi di tutto il mondo, pensano che i brividi li facciano venire le previsioni meteo! In ogni caso le proiezioni parlano di almeno 4 gradi sotto la soglia, io mi “faccio” il 4×4 e la scorta di cioccolata calda e di balsamo!

Yeti-Villa-Ada-RomaVivere a Roma, è un privilegio! Su questo insisto! Dire c’è tutto è una mezza verità, noi abbiamo troppo! Troppi monumenti, non sai mai dove guardare, troppi turisti, non sai mai dove mandarli… e così via!

C’è troppa umidità! e non solo vicino alle fontane e fontanone, ma pure sull’Aurelia! Non vi dico i miei capelli quanto sono stanchi di questi tempi! Quindi, un po’ per noia e un po’ per capire quanto balsamo avrei dovuto usare quest’inverno, mi sono avventurata nelle previsioni meteo stagionali!

E’ un mondo quasi incomprensibile per me, ma tutto sommato, mi dico, ho giusto il tempo di spremere le meningi per 4 minuti e quindi leggo:

Le tabelle indicano “un inverno brutale per l’Europa”. Le previsioni vedono infatti un blocco ed una Oscillazione Nord Atlantica (North Atlantic Oscillation, NAO) negativa.

A  dirlo è Joe Bastardi che di certo un po’ di italianismo deve averlo nel sangue, ha scritto Saturday Summary, e qui evidenzia i dati del National Centers for Environmental Prediction (NCEP) e del National Center for Atmospheric Research (NCAR) per il 2013/14

Dominik Jung invece twitta dalla Germania un’immagine ben poco rassicurante e scrive

“L’inverno 2013/14 sarà molto freddo”, citando “uno dei migliori e più conosciuti modelli a lungo termine dell’American Weather Service.” L’articolo continua: “Il flusso d’aria fredda che si muoverà dall’Europa dell’Est all’Europa Centrale potrebbe diventare più consistente…”

Sono spacciata, i miei capelli lo sono di certo. Ma per il principio iniziale del “A Roma abbiamo più di tutto” allora bisogna organizzare ogni cosa per tempo, anche la disorganizzazione dell’Atac è “tanta”, come la rabbia dei cittadini che si muovono esclusivamente coi mezzi è in esubero. Che dire poi dei Bus che non passano mai? (ecco un po’ di carenza romana). Allora ho deciso, condivido con voi le mie scelte invernali!

Per i miei capelli mi farò aiutare da Ledy Rò, la nostra esperta di “bella a 0 euro”  o anche dalle amiche di BioMakeup. Per gli spostamenti romani devo cercare con attenzione, magari con l’aiuto di questo sito. Mi scelgo un bel 4×4 e vado gironzolando certa di non inciampare sui sanpietrini!

Freddo, pioggia e neve, adesso, possono venire in quantità… compreso l’esubero romano!

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: