Radio Maria agli ascoltatori anziani: "Fate testamento per noi"

Radio Maria agli ascoltatori anziani: “Fate testamento per noi”

Quando Marco è entrato a casa di sua madre per il saluto quotidiano l’ha trovata intenta a scrivere una lettera. Una firma e il testamento era autenticato. Adele, la madre di 92 anni di Marco, stava lasciando la sua piccola eredità a Radio Maria. Radio Maria: fate testamento per noi

Un atto di generosità e altruismo se non fosse che il “testamento” era arrivato direttamente a casa di Adele sotto forma di lettera di don Livio Fanzaga, voce e direttore di Radio Maria: “Milioni di persone come te ogni giorno sperano, gioiscono e si consolano ascoltando Radio Maria. Vuoi che lo facciano ancora in tanti? Un lascito testamentario è un atto d’amore”.

Seguono sette punti: condividi l’idea che Radio Maria ti informi su lasciti e testamenti? Sai che ai tuoi cari resterà comunque una quota? Sai che per fare un testamento olografo basta un foglio bianco e una firma di proprio pugno? Quali motivi ti trattengono ancora dal devolvere parte della tua eredità a Radio Maria? Pensi che costi o non hai un notaio? Possiamo inviarti un opuscolo che possa spiegarti come fare? Vuoi che una persona di Radio Maria ti contatti direttamente?

Semplicissimo.

La lettera arrivata ad Adele è stata recapitata a migliaia di persone, soprattutto anziane e gran parte ascoltatori della emittente radiofonica che conta 850 ripetitori. “Radio Maria è un’Emittente di ispirazione cattolica di preghiera, evangelizzazione e promozione umana. Non trasmette nessun messaggio pubblicitario e può vivere solo con le offerte dei suoi ascoltatori. I costi di Radio Maria, nonostante il grande apporto del volontariato, sono elevati perché con i suoi 850 ripetitori FM,  circa il doppio delle altre reti nazionali private, raggiunge l’intero territorio italiano2, si legge sul sito dell’emittente religiosa.

La lettera, inoltre, spiega che è sufficiente rispedire il questionario compilato con dati personali e recapiti all’indirizzo della radio, utilizzando la busta allegata e preaffrancata. E non manca il bollettino allegato per una donazione immediata. Un sistema congegnato per indurre chi riceve la richiesta ad eseguire il lascito nel modo più diretto ed immediato possibile.

Un testamento olografo, parola dal significato oscuro, ma reso semplicissimo: una firma per diffondere la parola di Maria. Una dolce circonvenzione di incapace? Macchè. Un atto d’amore per il regno dei cieli, e nessun parente se la prenderà “perché state facendo un’opera buona”.

Un testamento a favore della vergine Maria.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: