Comunali Roma. Una firma per gli animali anche dal PIN

Sono iniziate questa mattina le interviste ai 18 candidati per il Campidoglio, tra loro ho incontrato il giovane Valerio De Masi, presto troverete la sua intervista completa. Tra le molte informazioni mi ha comunicato di essere un animalista, impegnato anche in prima persona.
logo_pic
SenzaBarcode ha da sempre avuto un occhio di riguardo per il mondo a “zampe, zampette, ali, branchie, ma non solo…” e ci fa immensamente piacere scoprire che Valerio ha sottoscritto la stessa petizione, “Una firma per gli animali”, che Maria Giovanna Devetag, segretaria di Parte in Causa, ci aveva inviato con un comunicato stampa. Invito anche a seguire l’intervista fatta a Stefano Fuccelli, presidente del Partito Animalista Europeo, e sottoscrivere i punti del loro programma.
Sperando che molti, non solo candidati, seguano l’esempio  di Valerio, trovate il comunicato stampa di seguito, con tutti i riferimenti per firmare la petizione!

Comunicato stampa Partito Italia Nuova, “Una firma per gli animali” anche da Valerio De Masi

 

Oggi il candidato alla carica di Sindaco di Roma per il Partito Italia Nuova, Valerio De Masi ha aderito alla campagna “Una firma per gli animali” indetta dall’associazione Parte in Causa. La campagna invita i candidati alla guida del Campidoglio ad impegnarsi nel sostenere cause che riguardano la tutela degli animali ed il diritto degli stessi mediante atti amministrativi indirizzati a questo scopo.

Qui il link contenetene la petizione

 Valerio De Masi e tutto il PIN, sono da sempre attenti alle problematiche che riguardano la tutela ed i diritti del “mondo animale” , infatti non hanno fatto mancare il loro sostegno anche la petizione europea “Stop vivisection

 

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: