Antonello Savini. Senza nome nel nome dell'Amore

Fino a oggi ho vissuto senza nome , non una vera identità, sono perso solo tra milioni di persone sapendo che tra di loro, da qualche parte, in un luogo sconosciuto c’è: è mio padre, mia madre, i fratelli e la sorella, zii e cugini , nonni e così via. Sì, solo senza la mia famiglia, il mio libro genealogico è vuoto. Non so da dove vengo, mi è stato negato dalle leggi del mio governo la ricerca dei miei genitori, se non dopo aver passato gli oltre 100 anni di età. Le leggi ed il governo probabilmente non sono a conoscenza di quanto la mia identità  influenza i miei sentimenti, la mia vita di tutti i giorni, il tumulto emotivo che ho passato:. terribile e soprattutto crudele.

La questione ha già creato in me un senso di vuoto e di ansia, che non possono essere riempiti e che continua per tutta la vita, con gravi ripercussioni sulla mia salute mentale, ma anche fisica (priva di qualsiasi utile documentazione sull’anamnesi familiare). I miei figli Lasa, Jessica e Hopate, e i miei bei due nipoti ancora chiedono: “Papà, dove sono i nostri nonni e il resto della tua famiglia?”. Molte volte ho trascorso del tempo da solo chiuso nella mia stanza e piangere chiedendo anche al Creatore cosa ho fatto per meritare di soffrire per tanto tempo per questa enorme ingiustizia.

Giuliano Di Guida Solitudine delle trasparenze La trasparenza dell'acqua, del cielo e dell'essere. Premio Celeste
Giuliano Di Guida Solitudine delle trasparenze.
La trasparenza dell’acqua, del cielo e dell’essere. Premio Celeste

Da quando sono giovane, e responsabile di me stesso, ho promesso dentro la mia anima e il mio cuore che, quando il giorno glorioso verrà di incontrare i miei genitori o qualsiasi altra persona della famiglia, aprirò le mie braccia per accogliere loro con gioia, il perdono e il vero sincero amore. Per molti e molti anni ho già preparato nella mia mente le parole appropriate di amore e di comprensione che intendo esprimere alla mia famiglia incontrandola per la prima volta, per dimostrare loro quanto ho aspettato questo momento così speciale e da ricordare per il resto della nostra vita. Ma è impossibile trovare la mia famiglia a meno che qualcuno nel governo comprenda il mio dolore ed il mio appello a modificare finalmente le leggi ingiuste, dandomi il diritto umano di garantire  la conoscenza della mia famiglia di origine, del “tesoro” (file ). Non sono mai stato adottato da nessuno, solo …come “figlio di nessuno!

La mia vera madre non sa nemmeno quanto ho sinceramente l’ho apprezzata di avermi offerto il dono della vita, e quando ho aperto i miei piccoli occhi e visto il suo viso, poi il sole, la bella creazione intorno a me e la maggior parte di tutto, voglio riconoscere il suo (non so il suo nome …) il regalo più importante in tutto mondo, “la vita”. Uno dei motivi che mi suggerisce che mia madre mi ama è che ho l’impressione che lei vuole la ima esistenza, la bella vita che ho vissuto finora.

L’altra faccia della medaglia mi sta dicendo che mia madre avrebbe potuto prendere la scelta di abortire, e grazie a Dio non ha fatto, per questo solo motivo, ovunque tu sia madre, non ho mai smesso di amarti. Non ho tempo di esprimere con semplici parole la mia triste tenera infanzia dell’orfanotrofio, e questo può sconvolgere i buoni sentimenti che ora sento. Credo che abbiamo bisogno di ripristinare immediatamente la giustizia e l’uguaglianza di tutte le persone non riconosciute alla nascita, e aprire a noi i libri che possono rivelare le nostre origini biologiche, sono sicuro che nel mondo,in  molti stati e Corti d’Europa, ma anche le convenzioni internazionali, sono tutti dalla nostra parte. Ho bisogno di avere la serenità con il resto della mia famiglia, e ricomporre il puzzle di quella parti mancanti nel profondo della mia identità. Sono sicuro che la ricongiunzione con il mio vero nome avrebbe dato un senso di identità personale e di unicità.

Il vero nome datomi dalla nascita è al centro del motivo per cui l’interesse del nome è, e io so perché, importante come individuo, per la mia famiglia attuale, i nostri figli e la loro generazione, anche per la nostra società nel suo complesso. Nonostante il nostro nome originale e la sua importanza, abbiamo bisogno e diritto di conoscere le origini, sia psicologiche che magiche, giuridici e religiose, e gli aspetti etnici del mio nome, perché questo nome appartiene solamente me.

 (Alla ricerca dei suoi genitori ….)

Amore

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: