Nichi Vendola torna in Puglia. Incarichi politici e dimissioni.

Nichi Vendola torna in Puglia. Incarichi politici e dimissioni.La notizia delle dimissioni di Nichi Vendola, che alcuni siti d’informazione riportano come una sorpresa, in realtà non giunge inaspettata: Vendola aveva annunciato da tempo che si sarebbe dimesso da deputato per tornare alla guida della Regione Puglia.

Gli umori nel partito sono diversi: c’è chi avrebbe preferito che restasse fino all’ultimo giorno utile per dare il suo contributo in Parlamento e chi invece condivide la scelta di tornare a dedicarsi completamente alla sua Regione e alla guida del partito , guida che in ogni caso egli perderà dal prossimo congresso di Sinistra Ecologia e Libertà .

Dopo l’incontro con Pier Luigi Bersani, il governatore della Puglia ha affermato:

“C’è stata contro di me una strumentale e infondata campagna stampa che non mi riguarda, non c’è nessuna sovrapposizione di ruoli né alcuna somma di emolumenti: sono eventualità che non esistono”.

Alcuni sostengono che Vendola abbia preferito sedere su due poltrone per “incassare un doppio emolumento” , ma l”Ufficio di Presidenza pugliese, evidentemente più prudente di altri, aveva già congelato gli emolumenti dei consiglieri eletti in Parlamento, onde evitare doppie elargizioni.

L’art. n. 122 della Costituzione italiana recita:

Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta regionale e ad una delle Camere del Parlamento, principio sottolineato anche da un decreto legge del 2011, che vieta la doppia carica ( il che vale anche per sindaci e presidenti di Provincia).

Lo stesso articolo della Costituzione afferma anche:

Il sistema d’elezione, il numero e i casi di ineleggibilità e di incompatibilità del Presidente e degli altri componenti della Giunta regionale, nonché dei consiglieri regionali sono disciplinati con legge della Regione nei limiti dei principi fondamentali stabiliti con legge della Repubblica che stabilisce anche la durata degli organi elettivi.

I Consiglieri parlamentari hanno 60 giorni di tempo dalla prima riunione delle Camere per decidere quale posto ricoprire. La cumulabilità delle cariche non è inoltre equiparata a una cumulabilità degli stipendi, in poche parole si sceglie l’indennità che “conviene di più”.

Nella Regione Puglia  si osservano 11 casi di doppi incarichi: 6 dal PDL e 4 dal PD ;  due di questi sono anche assessori regionali. Si possono immaginare le difficoltà della Regione nel procedere ai lavori, considerando l’assenza dei rappresentanti  quando sono impegnati nelle riunioni a Montecitorio.

Ma nel nostro Parlamento abbiamo esempi di cariche politiche  triple,  quadruple… perfino quintuple!  Domenico De Siano (PDL)  ricopre 4 incarichi nello stesso momento: come  parlamentare, consigliere regionale  in Campania, consigliere provinciale di Napoli e consigliere comunale di Lacco Ameno.

Lo supera però in Lombardia Mario Mantovani (PDL), che detiene il record di ben 5 cariche: da vicepresidente regionale, consigliere regionale, sindaco di Arconate, senatore e assessore alla Sanità.

Ma torniamo a Nichi Vendola: al di là delle polemiche sulla linea di SEL (condivisibile o meno) e sulle dimissioni annunciate, bisogna dargli atto di aver saputo spostare l’asse del PD  più a sinistra,  guardando coraggiosamente ai valori  fondanti della coalizione, che negli ultimi tempi si è dimostrata fin troppo “moderata” .

L’influenza di Vendola ha portato il centrosinistra ad abbandonare almeno in parte gli elementi più conservatori e centristi. Un esempio sono le aperture sul taglio delle spese agli F35 e i risultati in merito ai vincoli del patto di stabilità, agli investimenti sull’edilizia pubblica (scuola e università) nonché alle unioni civili, che restano comunque un tema  inevitabilmente scottante.

4 pensieri riguardo “Nichi Vendola torna in Puglia. Incarichi politici e dimissioni.

  • 12 aprile 2013 in 15:49
    Permalink

    Davvero un articolo interessante: in poche righe riesce a riassumere un’importante questione degli ultimi giorni, senza cadere in qualunquismi vari o semplice disinformazione.

    Ho letto in giro delle cose ridicole su questa storia (cose scritte da gente evidentemente disinformata) e un articolo che riassuma la questione dando delle notizie corrette è sempre benvenuto!

    Personalmente, parlo da militante, mi dispiace che Vendola sia già andato via dal parlamento: credo che il suo importante contributo fosse necessario in questa fase così complessa e difficile, ma a volte le campagne stampa sanno gettare fango come poche, e condivido la sua scelta anche perché penso che potendo tornare a dedicarsi a tempo pieno alla presidenza della Puglia, i risultati non potranno essere altro che positivi!

    Avanti così! 🙂

  • 12 aprile 2013 in 15:49
    Permalink

    Davvero un articolo interessante: in poche righe riesce a riassumere un’importante questione degli ultimi giorni, senza cadere in qualunquismi vari o semplice disinformazione.

    Ho letto in giro delle cose ridicole su questa storia (cose scritte da gente evidentemente disinformata) e un articolo che riassuma la questione dando delle notizie corrette è sempre benvenuto!

    Personalmente, parlo da militante, mi dispiace che Vendola sia già andato via dal parlamento: credo che il suo importante contributo fosse necessario in questa fase così complessa e difficile, ma a volte le campagne stampa sanno gettare fango come poche, e condivido la sua scelta anche perché penso che potendo tornare a dedicarsi a tempo pieno alla presidenza della Puglia, i risultati non potranno essere altro che positivi!

    Avanti così! 🙂

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: