Recensione del libro "Il Papalagi" Erich Sheurmann

recensione il papalagiRecensione del libro “Il Papalagi”

Verso i primi dell’ottocento Tuiavii di Tiavea, capo delle isole Samoa, fu invitato in Europa per conoscere le usanze e la cultura della nostra civiltà. Le impressioni che riportò al suo popolo sono state raccolte da Erich Sheurmann e trascritto in questo breve pamphlet, appena 64 pagine -edito da Millelire Stampa Alternativa- dal titolo Il Papalagi.

Col termine papalagi, nella lingua polinesiana s’intende l’uomo bianco.

Il capo, nel raccontare della sua esperienza, fa una descrizione dissacrante e spietata del nostro modo di vivere senza tralasciare una certa vena d’ironia che rende la lettura scorrevole e piacevole.

In buona sostanza, Tuiavii esorta i suoi sudditi a non farsi influenzare dalla cultura occidentale in quanto estranea e contraria ai principi di armonia della natura.

La critica che fa è estremamente attuale, egli mette in evidenza con fare direi quasi innocente, il nostro rapporto col denaro

Ragionevoli fratelli, ascoltate fiduciosi e siate felici di non conoscere la scelleratezza e la miseria del Bianco. Tutti voi potete testimoniare che il missionario dice:

Dio è amore”. Che un vero cristiano farebbe bene a tenere sempre davanti a sé l’immagine dell’amore. Che solo

al grande Dio andrebbe l’adorazione del Bianco. Il missionario ci ha mentito, ingannato, il Papalagi lo ha corrotto perché ci ingannasse con le parole del Grande Spirito. Perché il metallo rotondo e la carta pesante, chiamati denaro, questi sono la vera divinità del Bianco-

col tempo, con la religione, con le macchine, con le “malattie del pensare” e la relazione con la vita e la morte.

In un momento della nostra storia in cui sembra che la confusione sia la certezza più evidente, dove i problemi che affliggono il pianeta come le guerre (ora se ne paventa una nuova che vede contrapposte le due Coree con la minaccia dell’uso di armi nucleari anche nei confronti delle basi USA in Giappone), l’inquinamento globale, la crisi economica che coinvolge ormai tutti i paesi, la deriva morale della società, rendono questo testo uno spunto di riflessione importante, è uno specchio spietato della nostra realtà che non possiamo non considerare, anche se mette in crisi molte delle nostre certezze.

Il Papalagi merita senz’altro di essere letto

Può essere scaricato gratuitamente da qui

6 pensieri riguardo “Recensione del libro "Il Papalagi" Erich Sheurmann

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: