Editoria laziale. Librai, distributori ma ci si scorda gli autori.

nuovo sacherArticolo del sito TropicoDelLibro

A cosa serve la cultura, ci si è chiesti? Alla crescita della società sul piano della consapevolezza, dell’inclusione, della democrazia – cita non per profitto di Martha Nussbaum».

Così Gioacchino De Chirico, membro del comitato elettorale del candidato presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ha aperto l’incontrotra il candidato e gli attori del settore editoriale intervenuti oggi 1° febbraio in quel del Nuovo Sacher di Roma.

De Chirico ci ha tenuto a precisare che molti sono stati i singoli e le associazioni a candidarsi per un intervento e che la scelta tra questi è stata solo “campionaria”: «questo non è un convegno con i rappresentanti della filiera, la politica non lavora per le associazioni di rappresentanza, per quanto utili, ma per i cittadini, quindi offriamo una campionatura per sua natura necessariamente incompleta … il primo intervento sarà ad opera di un gruppo di lettura, perché questo sottolinei la qualità del nostro ragionamento: non vogliamo focalizzarci su un singolo gruppo di interesse, né dare l’idea che la cultura appartenga a un solo ambito – cinema, arte, editoria, ecc. – al contrario proponiamo una politica culturale che crei forme relazionali più solide ed efficaci sia in orizzontale tra le varie espressioni artistiche sia tra i diversi attori di ciascun settore».

Continua sul sito TropicoDelLibro

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: