L'insegnante di Astinenza Sessuale. Di Tom Perrotta

romanzoL’Insegnante di Astinenza Sessuale è un romanzo di Tom Perrotta, che offre uno spaccato di estremo interesse su un ambito della vita estremamente importante come la sessualità. Il libro ha già qualche anno: è infatti uscito nel 2007 per i tipi delleEdizioni E/O, e ha riscontrato un ottimo successo di pubblico.

La vicenda, ambientata negli Stati Uniti, è un ritratto dissacrante della moralità di un Paese carico di contraddizioni. La protagonista del libro è Ruth, un’insegnante di educazione sessuale che si trova contro gran parte dei genitori del liceo in cui lavora.
Il contrasto principale avviene però con Tim Mason, allenatore della squadra di calcio femminile dove gioca la figlia di Ruth. Il personaggio di Mason è una figura caratterizzata da forti contrasti: si tratta di un uomo che ha superato un passato di droga e alcol, trovando la serenità dopo il divorzio grazie alla fede.
L’argomento del sesso viene affrontato in maniera assolutamente ironica, ma non per questo leggera: il lettore è portato a riflettere in maniera profonda sui diversi volti di un Paese come gli Stati Uniti, che, in questo caso, possono rappresentare una metafora di altri contesti.
Tutto il mondo è Paese per quanto riguarda i vizi, le virtù e le ipocrisie?
C’è chi risponde in maniera affermativa a questa domanda, e forse tra queste persone c’è anche Perrotta, che regala pagina dopo pagina un affresco impietoso sulle contraddizioni più frequenti nell’approccio a un mondo complicato come la sessualità, dove cadono un gran numero di maschere, e tantissime persone si trovano a dover rivelare la propria natura più autentica.
L’Insegnante di Astinenza Sessuale è un libro immancabile per chiunque ami andare fino in fondo quando si tratta di analisi psicologica, attraverso l’esplicazione di vicende che ci toccano in maniera diretta, e che formano il nostro punto di vista sul mondo e sulle modalità di relazionarci agli altri.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: