Non abbiamo più niente da dire per davvero?

Non abbiamo più niente da dire per davvero?

Se cammini per strada, prendi un mezzo pubblico, guardi dentro le auto, le persone sono assorte in pensieri, non si guardano negli occhi e men che meno scambiano due parole.

Non parliamo più.

Se vedi un gruppo di ragazzi per strada, sono tutti presi dai telefonini, dai lettori mp3, dalla nuova consolle portatile, è l’unico modo per far fare loro due chiacchiere, solo così si scambiano opinioni.

I negozi di dischi sono vuoti, le librerie sono vuote, i pc sono pieni. La rete è invasa da commenti, da post, da blog, ma nessuno parla più. A parte nei video, montati e registrati in casa, per far vedere quanto sei figo che sai usare quel programma. Ma cos’abbiamo da dire?

Eppure, ce ne sarebbe da raccontare di quest’epoca. Ma nessuno lo fa. Non fa più figo esporre la propria opinione. E’ più opportuno ricollegarci a qualcheduno che scrive, canta, gioca, fa il cretino, e paragonarci a lui. Minima spesa, massima resa.

Ma siamo poi in grado di motivare il perché della nostra scelta, andando oltre ad un puerile: “lo stimo”? Oppure no? Abbiamo lobotomizzato del tutto i nostri emisferi, o ancora siamo in grado di gestirli ed arrivare a formulare un nostro personale pensiero?

Forse ci fa paura l’idea che la nostra vita potrebbe essere dissestata in questo modo, che le nostre idee non sarebbero più coerenti col modo in cui abbiamo trascorso le giornate negli anni precedenti questa dura scelta. E’ meglio quindi vivere la vita di altri? E’ meglio mettere a tacere tutte le nostre ansie e tutte le nostre incertezze, per seguire un destino che già altri avevano segnato per noi?

Mettersi in discussione, rivedersi, ricominciare, riciclare… Non è facile. Ma prima o poi, c’è da mettere un punto, e porre fine a tutto quello che ci tormenta. Se non ne valesse la pena, non ci sarebbe nulla di cui preoccuparsi. Farsi delle domande porta alla curiosità, la curiosità porta alla condivisione, la condivisione porta alla sopravvivenza.  Al 2013 ci siamo arrivati con l’aiuto di tutti, sennò ci saremmo fermati diversi secoli fa.

Cosa ne pensi?